Nel corso degli anni Setit ha acquisito un'esperienza approfondita in mercati specifici come quello dell'e-learning. Le tecnologie utilizzate hanno generato prodotti per ricevere lezioni testuali, video, esercitazioni, avere contatti tra docenti, tutor e studenti (interazioni sociali e lavori condivisi). Nel tempo, Setit ha sviluppato tecnologie personalizzate sui clienti, tra cui, ad esempio, c'è il Cespi, Centro Studi di Politica Internazionale (sito web Piazza della Cooperazione).

Un altro settore di competenza è quello dell'e-commerce, in cui Setit ha studiato tecnologie che consentono varie funzionalità di acquisto, amministrazione di cataloghi di immense dimensioni, ma soprattutto ha sviluppato integrazioni col software gestionale del cliente e con magazzini di decine di fornitori, soluzioni sviluppate ad hoc per ogni cliente, tra cui ci sono nomi come DEA spa (Deastore), l'Agenzia Fotografica Eidon (per cui Setit ha realizzato l'integrazione del catalogo con i sistemi informatici delle maggiori testate italiane), o prestigiose collaborazioni come la realizzazione dello shop del Museo Keats and Shelley.

L'e-publishing è un altro settore in cui Setit ha operato costantemente, progettando l'edizione online di pubblicazioni con aggiornamento costante o periodico. Tra le riviste sul web curate da Setit, il magazine Musica Jazz.

Un altro ambito in cui Setit ha maturato esperienza specializzata è quello dei siti che propongono annunci, con esigenze di volumi di varia importanza. Tra i clienti, il Club Storico Alfa, l'Agenzia Immobiliare Stimacasa e Wanted in Rome.

A parte questi settori di competenza ben precisa, però, Setit opera ad ampio raggio anche in qualsiasi campo richiesto dal cliente.